La Fondazione
Aggiornamenti
Borse di studio
Borsisti
Donazioni
Pubblicazioni
Stampa
Contatti

La Fondazione Brodskij

La Joseph Brodsky Memorial Fellowship Fund prese avvio nell’autunno del 1995, quando il poeta Iosif Brodskij, premio Nobel per la letteratura nel 1987, si recò dall’allora sindaco di Roma Francesco Rutelli per sottoporgli un progetto che aveva molto a cuore: la creazione di un’Accademia russa su modello di quella americana, presso la quale lui stesso aveva soggiornato varie volte, ispirandosi a quell’antica città come molti artisti e scrittori russi che l’avevano scelta come patria di elezione a partire dal Settecento. Una tradizione troncata dalla rivoluzione e, per un poeta nato a San Pietroburgo, città dalla forte impronta artistica italiana, tradizione da riscoprire. Secondo le parole di Brodskij, l’Italia era stata una rivelazione per i russi: ora avrebbe potuto diventare la fonte del loro rinascimento.

La morte improvvisa del poeta nel gennaio del 1996 cambiò il corso di quel progetto.

Nei giorni successivi alla scomparsa di Brodskij un gruppo di amici, per dare immediata realizzazione al pensiero del poeta, decise di creare un fondo in suo onore. Nacque così una fondazione con sede principale a New York, la Joseph Brodsky Memorial Fellowship Fund e una sede italiana a Roma, l’Associazione Joseph Brodsky.

Non avendo un edificio di proprietà nel quale ospitare gli artisti russi in Italia, la Fondazione cominciò a mandare i suoi borsisti per un periodo di tre mesi all’anno presso istituzioni amiche quali la stessa Accademia americana, l’Accademia francese a Villa Medici e la Villa Mirafiori dell’Università La Sapienza. Fuori Roma, ebbe la collaborazione della Fondazione Bogliasco di Genova, dell’Istituto di Studi Avanzati dell’Universit? di Bologna e della Emily Harvey Foundation di Venezia.

Nel corso degli anni molti sono stati i poeti e gli artisti premiati: ciò è stato possibile grazie a donazioni internazionali private e pubbliche; tra queste quella del Trust for Mutual Understanding per le arti visive e quella della Fondazione Prokhorov per la letteratura.

Offrendo agli artisti un soggiorno italiano, la Fondazione spera di portare avanti il sogno di Iosif Brodskij, specie in questo nuovo millennio in cui l’incrocio tra culture diverse si fa via via più tangibile.

Negli Stati Uniti la Joseph Brodsky Memorial Fellowship Fund è presieduta da Maria Sozzani Brodsky, vedova del poeta, e include tra i suoi membri l’esecutrice letteraria di Brodskij, Ann Kjellberg, e Robert Silvers, fondatore e direttore editoriale della New York Review of Books. Fanno parte del suo comitato consultivo Mikhail Baryshnikov, lo studioso V. V. Ivanov e lo scrittore e avvocato Louis Begley. Anche Mstislav Rostropovich, con il quale Brodskij scambiò le prime idee su un’accademia, fu parte di questo comitato.

Tra i membri fondatori della Joseph Brodsky Memorial Fellowship Fund furono anche Dmitrij Lichačëv, Sir Isaiah Berlin e Masha Vorobiov.

In Italia l’Associazione Joseph Brodsky, presieduta dall’ambasciatore Boris Biancheri fino al 2011, è stata recentemente presa in mano, con il nome di Fondazione Brodskij, da Maria Sozzani Brodsky; tra i suoi membri annovera Roberto Calasso, scrittore e presidente della casa editrice Adelphi, la scrittrice e storica Benedetta Craveri, Cristina Gasparri e il conte Girolamo Marcello.

La Joseph Brodsky Memorial Fellowship Fund è un’organizzazione 501(c) (3) esente dalle tasse.

Full Mission Statement
   

 
  © 2006 JBMFF
All rights reserved.

info@josephbrodsky.org